PALMANOVA - Convengo medico "Invecchiamento attivo": Ospiti il prof. Padovani e il prof. Blangiardo.

Vai al video precedente

MONFALCONE - Polizia locale: sospensione licenza a un negozio nel centro e notificazione di un Daspo.

Vai al video successivo

Stati generali della comunicazione per la salute – seconda edizione

Aggiunto il: 13/09/2023
Visualizzazioni: 119

É iniziata oggi la 2a edizione degli Stati generali della Comunicazione per la Salute sul tema "PNRR: informazione partecipazione trasparenza per il rilancio dell'Italia". Presso l'azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata si sono incontrati i giornalisti, Responsabili della Comunicazione e Direttori Generali delle diverse Aziende Sanitarie d'Italia per discutere sul tema.

<> le parole di apertura della dott.ssa Tiziana Fritteli, presidente Nazionale Federsanità e Direttore Generale dell' AO San Giovanni Addolorata.

<>, continua la dott.ssa Frittelli, <>.

<> il pensiero inviato dal Ministro della Salute prof. Orazio Schillaci

Porta i saluti del Direttore Generale di ASUGI la dott.ssa Sara Sanson Responsabile f.f della SSD Comunicazione, URP, Relazioni Esterne e Ufficio Stampa durante tavola rotonda sul tema "il Piano di Comunicazione del PNNR. Risorse Canali e strumenti. Proposte a confronto"

La pandemia di Covid-19 ha impattato fortemente sul sistema sociale ed economico italiano, evidenziandone la fragilità e il gap in ambito di digitalizzazione, inclusione e transizione ecologica. La risposta europea alla crisi pandemica, il Next Generation EU di cui il nostro Paese è il primo beneficiario, rappresenta un programma di riforme strutturali per la promozione dell’economia europea e per il miglioramento del Servizio Sanitario Nazionale. Gli Attori del PNRR sono responsabili del raggiungimento dei traguardi qualitativi e misurabili del Piano.

Lo schema di governance del Piano prevede una struttura di coordinamento centrale presso il Ministero dell’economia. Accanto a questa struttura di coordinamento, che supervisiona l’attuazione del Piano ed è responsabile dell’invio delle richieste di pagamento alla Commissione europea, agiscono strutture di valutazione e di controllo.

In tale contesto, ASUGI è soggetto attuatore esterno degli investimenti previsti nella Missione 6 del PNRR e elencati dettagliatamente del Piano Operativo Regionale del FVG.

Quanto alla Missione 6, essa scaturisce dalla affermazione del valore universale della salute e si articola in 2 componenti:

1) Reti di prossimità, strutture intermedie e telemedicina per l'assistenza sanitaria territoriale, in cui sono inseriti interventi con l’obiettivo di rafforzare le prestazioni erogate sul territorio mediante nuovi strumenti:

• Case della Comunità e presa in carico della persona;

• Casa come primo luogo di cura e telemedicina (di cui fanno parte le COT, gli interventi di interconnessione aziendale e device);

• Rafforzamento dell’assistenza sanitaria intermedia e delle sue strutture (Ospedali di Comunità);

2) Innovazione, ricerca e digitalizzazione del servizio sanitario nazionale con il completamento e la diffusione del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE), per un Ammodernamento del SSN.

In Friuli Venezia Giulia la missione n.6 ha previsto il miglioramento e l'implementazione del Valore universale della salute mediante le seguenti azioni:

• Creazione della cartella clinica informatizzata;

• Individuazione delle Centrali Operative Territoriali (COT);

• Sperimentazione delle Case di Comunità e apertura dell'Ospedale di Comunità dal 20 dicembre 2022 presso l'Azienda Pubblica dei Servizi alla Persona ITIS;

• Nuovo Fascicolo Sanitario Elettronico attraverso il quale i cittadini possono accedere ai referti in formato pdf, inclusi referti di radiologia e lettere di dimissioni;

• Implementazione della telemedicina con fondi regionali;

• Accordo delle farmacie come luogo erogatore dei servizi e possibilità di ritirare i farmaci solo con tessera sanitaria e non più mediante la presentazione delle ricette mediche;

• Ammodernamento del lato professionale;

Infine, sono stati implementati 5.400,000 euro per lo sviluppo e l'implementazione della Comunicazione e della formazione del Servizio Sanitario Regionale.

La sinergia tra la Regione FVG e le Aziende Sanitarie Regionali è consolidata anche tramite la collaborazione con Federsanità ANCI FVG e i Comuni e permette di fare proseguire in modo continuativo ed efficace i progetti di prevenzione e cura.

<> conclude la dott.ssa Sanson.

 

 

SSD Comunicazione, URP, Relazioni Esterne e Ufficio Stampa/TF/ss

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Potrebbe piacerti anche...

MEDIA CORRELATI

Non ci sono media correlati