SIDERURGIA FRIULANA, SI RICORRE ALLE FERIE FORZATE Francesco Barbaro (Fim Cisl): “Monitoriamo la situazione per evitare usi impropri delle ferie”

Vai al video precedente

Possamai, ex direttore del piccolo di Trieste assolto con formula piena dalle accuse di Estorsione su una vicenda che riguardava Portopiccolo

Vai al video successivo

CARABINIERI DI GRADISCA ARRESTANO 4 RUMENI PER FURTI IN VARIE ATTIVITA

I quattro senza fissa dimora erano una vera e proprio banda che operava in tutto il Nord Italia
Aggiunto il: 01/06/2019
Visualizzazioni: 1386

QUATTRO ARRESTI ED IL RECUPERO DI INGENTE REFURTIVA SONO IL
RISULTATO DI UN’OPERAZIONE COMPIUTA NEI GIORNI SCORSI DAI CARABINIERI DEL NUCLEO OPERATIVO DELLA COMPAGNIA CARABINIERI DI GRADISCA D’ISONZO. I SOGGETTI, TUTTI DI NAZIONALITA’ ROMENA E SENZA FISSA DIMORA IN ITALIA, ERANO DA QUALCHE TEMPO ATTENZIONATI DAI MILITARI, DOPO LA SEGNALAZIONE DI UN COSPICUO FURTO DI BOTTIGLIE DI CHAMPAGNE DALL’IPERCOOP DEL CENTRO COMMERCIALE “TIARE SHOPPING” DI VILLESSE (GO).
LE SUCCESSIVE INDAGINI HANNO ACCLARATO CHE IL GRUPPO, GIUNTO IN
AEREO DALLA ROMANIA, AVEVA NOLEGGIATO UN’AUTOVETTURA PER I
SUCCESSIVI SPOSTAMENTI, ALLOGGIANDO IN VARIE STRUTTURE ALBERGHIERE E SPOSTANDOSI DURANTE IL GIORNO IN DIVERSE PROVINCIE DEL NORD ITALIA, PRINCIPALMENTE IN VENETO ED IN FRIULI VENEZIA GIULIA, DOVE VENIVANO EFFETTUATE DELLE SOSTE NEI PRESSI DEI CENTRI COMMERCIALI, IN PARTICOLARE PRESSO I NEGOZI DELLA CATENA “DECATHLON” E “LEROY MERLIN”. IL MODUS OPERANDI CONSISTEVA NEL FATTO CHE TRE DI LORO ENTRAVANO ALL’INTERNO DEI PUNTI VENDITA E, SUPPORTATI DA UN PALO, CHE RIMANEVA SEMPRE ALL’ESTERNO, SCEGLIEVANO LA MERCE PIU’ RICERCATA, LA RIPONEVA NEL CARRELLO TRASFERENDOLA IN POSTI PIÙ APPARTATI DELL’ESERCIZIO, DOVE PROVVEDEVANO AD ASPORTARE LE PLACCHE ANTITACCHEGGIO E OCCULTANDO LA REFURTIVA SULLE PROPRIE PERSONE,
ALL’INTERNO DI UN CORPETTO APPOSITAMENTE PREDISPOSTO.

NEL POMERIGGIO DEL 23 MAGGIO SCORSO, AL TERMINE DI UN PROLUNGATO
PEDINAMENTO, INIZIATO A MARCON (VE), I QUATTRO VENIVANO BLOCCATI
ALL’USCITA DELLO STORE “DECATHLON” DI TORRI DI QUARTESOLO (VI).
ALL’INTERNO DELLA VETTURA A NOLEGGIO, VENIVA RINVENUTA MERCE
RICONDUCIBILE A QUEST’ULTIMO MARCHIO E “LEROY MERLIN”, PER UN VALORE PARI A € 5.800, DI CUI I FERMATI NON ERANO IN GRADO DI FORNIRE ALCUNE LECITA GIUSTIFICAZIONE. IL GIORNO SEGUENTE, VENIVANO CONDOTTI DINANZI AL GIUDICE DI VICENZA, CHE CONVALIDAVA L’ARRESTO E DISPONEVA LA CUSTODIA IN CARCERE PER TUTTI E QUATTRO.
LE SUCCESSIVE INDAGINI PERMETTEVANO DI INTERCETTARE NELLA PROVINCIA DI PADOVA ULTERIORE REFURTIVA, CHE I SOGGETTI, NEI GIORNI PRECEDENTI, AVEVANO DEPOSITATO PRESSO UNA DITTA DI SPEDIZIONI, PRONTA PER ESSERE INVIATA IN ROMANIA. LA MERCE, RICONDUCIBILE SEMPRE AI MARCHI “LEROY MERLIN” E “DECATHLON”, NONCHE’ DIVERSE BOTTIGLIE DI CHAMPAGNE E RHUM, DEL VALORE COMPLESSIVO DI € 5.500 VENIVA POSTA SOTTO SEQUESTRO SU DISPOZIONE DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI GORIZIA CHE COORDINA LE INDAGINI.

Potrebbe piacerti anche...

MEDIA CORRELATI

Non ci sono media correlati