CORMONS - Polizia arresta passeur serbo

Vai al video precedente

MONFALCONE - Il Comune alla Barcolana. Stand con esposizione del modello storico della Giulio Cesare. Torna il Trofeo Cittą di Monfalcone.

Vai al video successivo

GORIZIA - CITTĄ DEL GUSTO DEL GAMBERO ROSSO CON LA RIQUALIFICAZIONE DEL MERCATO COPERTO

Aggiunto il: 09/10/2020
Visualizzazioni: 45

Oggi, a Palazzo de Bassa, il presidente della Cciaa, Antonio Paoletti, ha presentato l'idea progettuale per la riqualificazione del Mercato coperto, elaborata dall'architetto Claudio Meninno. Non si tratta di una semplice ristrutturazione ma di un nuovo, importante ruolo per questa storica struttura. Un piano che porterebbe ricchezza a tutto il territorio e non solo agli operatori del mercato ed agli esercizi vicini. A gestire una parte degli spazi, infatti, sarebbe il Gambero Rosso e Gorizia potrebbe entrare a far parte del ristretto circolo delle eccellenze agroalimentari ed enogastronomiche delle “Città del Gusto” del Gambero Rosso, a fianco di Napoli, Romae, Palermo e Torino. Come ha spiegato l'imprenditore e consulente d'azienda Antonio De Paolo, l'idea è quella di far diventare il mercato coperto un punto di riferimento per tutte le eccellenze del territorio, per valorizzare il lavoro di tanti produttori da far conoscere ad un pubblico sempre più ampio. Un punto d'incontro iconico della città dove comprare, mangiare e trovare qualità che si sa può anche costare, ma che ne vale la pena. Un luogo che mantiene l'atmosfera di mercato di quartiere ma che si rinnova e si prepara a nuove sfide. Insomma, così come Eataly a Trieste, il Gambero Rosso nel rinnovato Mercato coperto potrebbe attirare tantissimi turisti anche dall'estero. 
Si tratta di una straordinaria opportunità per Gorizia che intendiamo condividere con la città, a partire dagli operatori che hanno all'interno la loro attività, che intendiamo tutelare e valorizzare. 
A queste iniziative si intrecciano gli altri interventi, già in atto, riguardanti la sistemazione della Valletta del Corno dove sarà effettuata la scopertura di una parte del torrente e saranno allestiti ampi spazi verdi con piste ciclabili e pedonali, panchine, percorsi fitness e sportivi. Ma anche una nuova fruizione del castello, con l’attivazione dell’ascensore, il recupero del Bastione fiorito e del Teatro tenda, nonché la valorizzazione della sua storia con iniziative multimediali. Quindi il nostro impegno, oggi ancora più di ieri, è quello di non rimanere fermi ma di compiere un vero e proprio salto nel futuro con idee, progetti e tanto, tanto lavoro. I “no se pol” e le polemiche li lasciamo volentieri agli altri.
Insieme dobbiamo costruire un grande futuro per la nostra città, per i nostri figli e nipoti. Insieme possiamo farlo.
Un caro abbraccio.
Rudi

Potrebbe piacerti anche...

MEDIA CORRELATI

Non ci sono media correlati