LE SARDINE SABATO ALLE 17 A MONFALCONE: Intanto spazio alla satira!

Vai al video precedente

ARRIVA IL TESTAMENTO SEGRETO DI MARCO POLO A TRIESTE.

Vai al video successivo

CASA DI RIPOSO A CULOT DI GORIZIA: ASSEGNATI DALLA REGIONE UN MILIONE EXTRA

Aggiunto il: 28/11/2019
Visualizzazioni: 52

           Non c’è tempo per godersi l’accreditamento, con cui si porta a 60 il numero degli ospiti non autosufficienti nella casa di riposo “A.Culot” di Gorizia, che arriva un’altra importante notizia positiva: la Regione ha assegnato un ulteriore contributo di un milione per adeguamento sismico e abbattimento di barriere archiettoniche, grazie al quale si potranno realizzare una decina di miniappartamenti per coppie all’interno della struttura. Ad annunciarlo, questa mattina, nel municipio del capoluogo isontino, è stato l’assessore regionale alla sanità, Riccardo Riccardi, nel corso di una conferenza stampa con il sindaco , Rodolfo Ziberna e l’assessore al welfare, Silvana Romano.

Il finanziamento è legato alla presentazione, da parte del Comune, di un progetto di riqualificazione di una delle ali della casa di riposo, dove ricavare degli alloggi in cui possano vivere coppie di coniugi , o di persone legate da altra parentela, non più in grado di abitare in una casa non protetta.

 

Grande soddisfazione è stata espressa dal sindaco Ziberna e dall’assessore Romano, che stanno lavorando all’adeguamento del sistema assistenziale cittadino per renderlo quanto mai aderente alle rinnovate esigenze sociali delle famiglie per ciò che riguarda le persone anziane. “Oltre a una rete di servizi che consenta il mantenimento della propria autonomia più a lungo possibile- hanno sottolineato- c’è oggi la necessità di fornire risposte nel momento in cui tutto questo non è più sufficiente è c’è la necessità di inserire la persona in una struttura protetta. Per questo abbiamo puntato sulla riqualificazione della casa di riposo “A.Culot” migliorandola non solo strutturalmente ma anche in termini di accoglienza. Si sta intervenendo per la realizzazione di un Centro diurno ma anche per attivare spazi per servizi accessori come il salone da parrucchiera e per pedicure aperto anche gli esterni. Con il contributo annunciato dall’assessore aggiungeremo un ulteriore tassello aprendo la struttura anche alle coppie, aumentando anche il numero degli ospiti che arriverà a 80. Siamo molto soddisfatti e ringraziamo la Regione per aver compreso l’urgenza di dare risposte di questo tipo che vengono incontro alle reali esigenze delle famiglie”.

Potrebbe piacerti anche...

MEDIA CORRELATI

Non ci sono media correlati