MONFALCONE - Dopo 8 / 10 ore di lavoro i cantierini che abitano a Trieste costretti a farsi un km a piedi perché non passa il bus fuori da Fincantieri

Vai al video precedente

MONFALCONE - Progetto nuova centrale A2a: Troppe ombre sul turbogas. No secco dei 5 stelle in regione.

Vai al video successivo

GORIZIA / GRADISCA D'ISONZO - Figlio di ex inquilini attende da oltre un anno e mezzo la restituzione della cauzione dell'appartamento.

Il figlio: per quarant'anni i miei genitori hanno sempre pagato puntualmente l'affitto".
Aggiunto il: 20/04/2021
Visualizzazioni: 873

Nel 1978 alla famiglia di questo signore viene assegnato un alloggio a Gradisca d'Isonzo del 1978. Qualche anno fa è venuto a mancare il padre (circa tre anni fa) e poco meno di due anni fa venuta a mancare mia madre. A quel punto l'alloggio doveva essere riconsegnato all'Ater.

Al momento della consegna delle chiavi io avevo liberato tutto l'appartamento ,pulito e ritoccato dove c'erano dei segni pensando, che giustamente il futuro inquilino si sarebbe ridipinto l'appartamento ma venne una geometra dell'ater e mi disse che l'appartamento non era così da consegnare, ma da dipingere completamente. Il figlio, erede naturale dei genitori pertanto chiama un artigiano e spende poco più di €1000 per il lavoro.

Terminata l'operazione di ripristino, come indicato da Ater l'uomo li ricontatta e tutto sembrerebbe a posto. Al signore viene fatto firmare il modulo di riconsegna ed indicato l'IBAN per ricevere indietro dal Ater, la cauzione ,che corrisponde a circa €250,.

Dopo alcuni mesi, non ricevendo il bonifico, il signore ricontatta gli uffici chiedendo come mai non è stato inviato l'importo a me spettante.

All'epoca gli venne risposto che il ritardo era dovuto al nuovo programma del sistema informatico. Passano i mesi e la risposta resta la medesima.

Morale della favola è passato più di un anno e mezzo che questo signore ha riconsegnato le chiavi con tanto di appartamento dipinto, e ogni volta che ci passa davanti gli viene un "magone", perché è inaccettabile che siano passati oltre un'anno e mezzo e non abbia ancora visto un becco di un quattrino. Inoltre sapendo come è stato tenuto l'appartamento dei suoi genitori, veramente in modo maniacale, e dopo averlo dipinto a sue spese, rimane lì chiuso congelato sfitto mi fa incazzare pensando a quante persone ne avrebbero bisogno.

In conclusione l'uomo senza se e senza ma scrive con decisione:

"Quando si tratta di dover pagare sono subito pronti a richiedere, quando si tratta di dover ritornare il dovuto alle persone hanno sempre una scusa pronta per ritardare il più possibile"

Potrebbe piacerti anche...

MEDIA CORRELATI

Non ci sono media correlati